Luoghi d'Arte Marcucci | F. A. Marcucci
534
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-534,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-title-hidden,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive

Venerabile Francesco Antonio Marcucci

Francesco Antonio Marcucci

Francesco Antonio Marcucci nacque il 27 Novembre 1717 a Force, in un piccolo villaggio intorno ad Ascoli Piceno, il figlio di Leopoldo Marcucci e Giovanna Battista Gigli.

 

Sin da giovanissimo desiderava diventare sacerdote ma i suoi genitori, specialmente suo padre, non erano d’accordo perché era l’unico erede della famiglia nobile. Sua zia, Francesca Gastaldi di Roma, lo aiutò dopo la morte della mamma di Francesco nel 1731, a diventare sacerdote.

 

Francesco Antonio Marcucci frequentava le migliori scuole di Ascoli Piceno e ben presto iniziò a predicare. Tutti lo amavano. Nel 1741 diventò sacerdote all’età di 23 anni.

 

Nel 1744 fondò un nuovo ordine religioso “La Congregazione delle Pie Operaie dell’Immacolata Concezione” la cui missione era educare donne di ogni ceto sociale. L’8 Dicembre il Marcucci diede le chiavi della casa a madre Tecla Relucenti, la prima madre superiore.

 

Quando il padre di Marcucci morì, egli decise di lasciare tutte le sue fortune alla Congregazione. Nel 1770 Francesco Antonio Marcucci divenne vescovo di Montalto.

 

Nel 1774 egli divenne Vicegerente di Roma e lì si stabilì. Nel 1780 Papa Pio VI autorizzò la costruzione del monastero e della chiesa dedicata all’Immacolata ad Ascoli Piceno e, nel 1782, chiese a Marcucci di seguirlo nel suo viaggio diplomatico a Vienna.

 

Francesco Antonio Marcucci morì il 12 luglio del 1798. Ora il suo corpo riposa nella Chiesa dell’Immacolata.

 

E’ in corso la causa per la Sua beatificazione.

/

Francesco Antonio Marcucci was born on 27th November 1717 in Force, a little village surrounding Ascoli Piceno, the son of Leopoldo Marcucci and Giovanna Battista Gigli.

 

He wanted become a clergyman but his parents, especially his father, didn’t agree because Francesco was the only heir of a noble family. His aunt, Francesca Gastaldi of Rome, helped him after the death of Francesco Antonio’mother in 1731.

 

Francesco Antonio Marcucci attended the best schools in Ascoli Piceno and soon started to preach. Everyone loved him. In 1741 he became priest, at the age of 23.

 

In 1744 he founded a new religious order-the Congregation of the Pious Workers of the Immaculate Conception.They wanted to educate women coming from every social class. On 8th December Marcucci gave the keys of the house to Maria Tecla Relucenti, the first Superior Mother.

 

When Marcucci’s father died he decided to leave all his fortunes to the congregation. In 1770 Francesco Antonio became bishop of Montalto.

 

Pope pius VI also asked Marcucci to follow him on him on his trip to Vienna in 1782.

 

In 1774 he became Vice-gerent of Rome and moved there. In 1780 Pope pius VI gave him permission for the construction of the monastery and the church dedicated to the Immaculate Virgin in Ascoli Piceno.

 

Francesco Antonio Marcucci died on 12th July 1798. His remains are now in the church of the Immaculate Virgin.