Luoghi d'Arte Marcucci | Portfolio Categories Il Museo
48
archive,tax-portfolio_category,term-b-il-museo,term-48,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive

Archive

  Questo dettaglio rappresentante un puttino, sopra un’ aquila, si trova sotto al piano dell’altare; il quale si trova nella cappellina privata del Marcucci. Il puttino tiene in mano una trombetta nella quale sembra stia soffiando;questa impressione viene data dalle guance gonfie. Probabilmente il puttino sta annunciando...

  Questo dettaglio della città di Ascoli Piceno si trova nel dipinto “Vergine con il Bambino, S. Emidio e S. Francesco”. Esso è collocato nella sala VIII del Museo Biblioteca. Dal dettaglio si possono vedere le numerose torri e le chiese di Ascoli. Molto spesso nei quadri...

  Ricamo a filo d’oro al centro di una pianeta (paramento liturgico) del secolo XVIII. L’immagine del pellicano che si lacera il petto per nutrire i figli con il proprio sangue ricorda il supremo sacrificio di Gesù in croce, quando è stato trafitto il suo costato da...

  Occhiali del Marcucci da vista e da sole sono stati oggetti che lo hanno accompagnato durante un viaggio a Vienna con papa Pio VI.   These glasses and sunglasses were used by Marcucci during his trip to Vienna with Pope Pius VI.   ...

  Il particolare della pagina del manoscritto miniato [1], proveniente dal Breviario di Donna Marina di Massio, dono (1289) forse del fratello Girolamo di Ascoli, divenuto il primo papa francescano della storia con il nome di Niccolò IV. La pagina fu ritrovata durante la sistemazione del...

  Stemma di Monsignor Francesco Antonio Marcucci. Nella parte sinistra dello stemma è rappresentata una stadera [1] ovvero una “bilancia”, simbolo da sempre dell’equilibrio legato alla giustizia e alla legge. Questo ci ricorda che la famiglia del Marcucci era una famiglia di avvocati. Nella parte destra, viene rappresentata Maria...

  Nel 1745 nel Monastero delle Suore Concezioniste fu aperta la prima scuola femminile ad Ascoli Piceno. All’inizio il fondatore Francesco A. Marcucci istruì alcune suore per insegnare alle fanciulle di ogni ceto. Questa è un’immagine che rappresenta una pagina del Manoscritto del Sussidiario di Arte predisposto...

  Nel 1745 nel Monastero delle Suore Concezioniste fu aperta la prima scuola femminile ad Ascoli Piceno. La sala ripropone l’aula come era nel passato. È arredata con una cattedra e dieci banchi di scuola di inizio Novecento. Dentro i banchi, visibili attraverso un piano di vetro,...

  Il busto di Suor Enrichetta Merli (1810 -1840) è attribuito a Giorgio Paci. Ella apparteneva alla nobile famiglia dei Merli era allegra e affabile. È morta a poco più di trent’anni di tisi. Il ritratto rispecchia perfettamente le sue caratteristiche: volto ovale, bocca stretta, naso filato, occhio...

  Il Salterio [1] è stato donato al convento da Madre Tecla Relucenti, una delle prime quattro suore della Congregazione. Esso veniva usato per accompagnare il canto dei salmi alcuni dei quali sono stati musicati dallo stesso Monsignor Marcucci. Madre Tecla Relucenti era colei che il Marcucci scelse...